Impianti a carico immediato o impianti a carico differito?

impianti dentali a carico immediato (mmonoblocco )o impianti a carico differito (2 parti)La perdita di uno o più denti dà fastidio a ognuno di noi, sia giovane sia vecchio.
La sostituzione dei denti mancanti non rappresenta più un problema perché gli impianti dentali sono la migliore soluzione per tali casi, e ancora di più, i denti persi si possono sostituire anche subito.

Due tecniche ben distinte di chirurgia implantare sono implantologia a carico immediato (in una fase) e implantologia a carico differito (in due fase).

Ma come fare la scelta giusta? Di seguito proviamo a spiegare in che consiste ogni tecnica, qual è la differenza e quali sono i vantaggi e gli svantaggi di ognuna.

In che consiste l’implantologia a carico immediato?

L’implantologia a carico immediato è una tecnica che prevede l’inserimento degli impianti in titanio e l’ancoraggio delle corone o protesi fisse in una sola fase.  Spesso si fa una confusione credendo che la protesi che viene messa dopo l’inserimento degli impianti è quella definitiva, ma in realtà si tratta della protesi provvisoria, e solo fra 3-6 mesi è possibile ancorare le corone o le protesi definitive.
Con l’implantologia a carico immediato si può sostituire un solo dente o un’intera arcata inserendo gli impianti nelle zone edentule preesistenti utilizzando la tecnica transmucosa, e raramente, negli alveoli subito dopo l’estrazione (Leggi di più sulle tecniche d’inserimento degli impianti dentali).

Per questo tipo d’intervento si utilizzano impianti dentali in monoblocco, cioè composti di un solo pezzo e già provvisti del moncone.  Gli impianti a carico immediato sono più lunghi rispetto a quelli a carico differito e, di solito non sono raccomandabili per la sostituzione dei denti laterali, perché persiste il rischio di danneggiare il nervo mandibolare o il seno mascellare.  Queste constatazioni hanno determinato l’apparizione della tecnica All On Four, che prevede l’inserimento di 4 impianti nella zona frontale di ogni mascella, su quale viene fissata una dentiera senza palato. Sappi quali sono gli argomenti pro e contro l’implantologia All on Four.

Un altro rischio che tiene d’implantologia a carico immediato consiste nel fatto che l’osso spugnoso della mascella superiore, a causa della sua morbidezza non è in grado di sostenere il carico masticatorio senza un’attesa di 4-6 mesi. Una sollecitazione masticatoria prematura potrebbe provocare dei micromovimenti, che favoriscono la formazione del tessuto connettivo molle intorno all’impianto e in conseguenza sarebbe necessaria la sua estrazione.

Il guadagno del paziente scegliendo impianti a carico immediato tiene della velocità di realizzazione, non si applicano punti di sutura e si ristabilisce in pochissimo tempo la funzione masticatoria. Ma, il più grande vantaggio dell’implantologia a carico immediato, i pazienti lo vedono nella possibilità di avere immediatamente denti fissi. Per quanto riguarda il costo, questo non varia tanto rispetto alla tecnica a carico differito.  Tuttavia molte cliniche dentali e specialisti nell’ implantologia a carico immediato presentano un prezzo inferiore nelle loro campagne pubblicitarie, però non menzionano che la corona o la protesi inclusa in questo prezzo è provvisoria e che in realtà il paziente dovrebbe pagare una somma addizionale per la corona definitiva fra 3-6 mesi.

I requisiti per l’impianto a carico immediato

– Una buona qualità e quantità ossea della mascella superiore e inferiore; nel caso in cui il paziente si trova in trattamento di crescita ossea, non si può procedere all’intervento prima di aver finito la terapia;
– Si esclude la possibilità di realizzazione dell’intervento per i pazienti in terapia oncologica per patologia ossea;
– E necessario avere un buon sopporto gengivale;                                                                                           – In caso di bruxismo ( il digrignamento dei denti) o di malocclusione l’intervento non deve essere eseguito;

Se il paziente non presenta le condizioni necessarie per la realizzazione della tecnica a carico immediato, allora si può ricorrere all’implantologia a carico differito.

In che consiste l’implantologia a carico differito?

L’impianto a carico differito è una tecnica che si esegue in due fasi. Nel primo stadio si apre un lembo gengivale e s’inserisce l’impianto in titanio su cui viene messo un tappo. Poi si richiude la gengiva con punti di sutura e nella seconda già si monta il pilastro su cui viene ancorata la corona. Il periodo tra le fasi, chiamato ancora periodo d’osteointegrazione, è di 3-4 mesi per la mandibola e di 5-6 mesi per la mascella superiore.

Perché è raccomandabile di più l’implantologia a carico differito?

Anche se l’osso presenta tutte le condizioni necessarie per impianti, il rischio di rigetto di uno o più impianti persiste e se è stata applicata la corona o il ponte definitivo, tutto il lavoro si rovina e con esso si perdono invano anche i soldi. E nel caso in cui si applicano delle corone provvisorie (quello che si fa più spesso), il paziente comunque deve ritornare per fissare le corone o la protesi definitiva, e in questo caso il rischio non è argomentato.

Implantologia a carico immediato in Moldavia

Nelle cliniche dentali di Moldavia si realizza con successo l’implantologia a carico differito, perche la gran parte dei dentisti di Chisinau optano per la sicurezza e non per la velocità. Tuttavia in alcuni casi si può eseguire anche l’implantologia a carico immediato. I nostri dentisti possono ricorrere a questa tecnica nel caso in cui il paziente ha già nella bocca qualche impianto bene integrato, aggiungendo accanto a essi alcuni impianti nuovi. Subito dopo l’inserimento, o fra qualche giorno, il dentista prende l’impronta e prepara un ponte definitivo comune che verrà sostenuto tanto dagli impianti già esistenti che da quelli nuovi. Gli impianti inserti prima permettono la stabilizzazione immediata del ponte grazie alla capacità di sostenere una gran parte della pressione, quello che offre la possibilità agli impianti nuovi, inserti attraverso la tecnica a carico immediato, d’integrarsi con l’osso nei prossimi mesi.

Prima, nelle cliniche dentali di Chisinau si utilizzavano spesso gli impianti a carico immediato per fare un ponte comune con i denti naturali vicini, ma come i denti hanno la proprietà di muoversi un po’, una cosa naturale, provocavano spesso la destabilizzazione degli impianti, quello che portava a un ulteriore rigetto. Per questo motivo, questa pratica attualmente è raramente utilizzata essendo considerata rischiosa.

In conclusione, si può sempre fare carico differito ma non sempre il carico immediato.  Per sapere l’opinione dei nostri dentisti per il suo caso particolare richieda adesso un preventivo personalizzato.