I miti più diffusi sulle cure dentali all’estero

 

I miti più comuni sul turismo dentaleCon l’avvento del turismo dentale, si sono diffuse molte informazioni negative sulle cure dentali all’estero. Spesso queste informazioni vengono esagerate e generalizzate da alcuni dentisti italiani per far dubitare i pazienti locali sulle cure all’estero e convincerli a restare in Italia. Pertanto, dopo aver fatto un’ampia ricerca su internet, forum, social network e raccolto qualche testimonianza dai nostri pazienti italiani, ci siamo proposti di scrivere questo articolo sui “miti più comuni sul turismo dentale” per commentarli e trasmettere delle informazioni attendibili.

Di seguito sono presentate i miti sulle cure dentali all’estero utilizzati più spesso:

Il primo mito: “Le Cure dentali all’estero significano qualità inferiore.

Per contrastare la concorrenza delle cliniche dentali all’estero, i pazienti si sentono dire che all’estero le cure dentali non sono di alta qualità come in Italia e che comunque dovranno correggere o rifare in Italia il lavoro fatto all’estero. Si, ci sono state delle complicazioni ad alcuni pazienti che sono andati fuori dall’Italia per le cure dentali, però i rischi nella medicina si incontrano dappertutto, e l’Italia non fa eccezione.

Quello che è davvero sorprendente è il fatto che vengono raccontati solo i  casi di insuccesso. Nessuno dirà mai che migliaia di persone sono ritornate dall’estero contentissime del risultato delle cure.  Uno studio a livello globale ha dimostrato che il grado medio di soddisfazione delle persone che hanno scelto il turismo dentale raggiunge il 90 %.

Il secondo mito: “I dentisti all’estero sono senza titoli.”

Molti dicono che i dentisti stranieri non hanno la licenza oppure gli studi necessari. In Moldavia questo fenomeno non è stato mai riscontrato, piuttosto questa realtà riguarda alcuni dentisti italiani come viene denunciato dal quotidiano La Repubblica in un articolo del 28 maggio 2010: ”Sono circa 30 mila i finti medici e dentisti che curano ignari pazienti”. (fonte http://www.ildentale.it/notizia.aspx?id=1040).  Inoltre, il presidente dell’associazione dei dentisti italiani, Giuseppe Renzo, afferma che il 70% sono odontotecnici che fanno i dentisti ed ultimamente sono sempre più in crescita le false lauree che vengono comprate dai paesi esteri come la Romania o l’America del Sud. Anche se gli abusivi vengono scoperti, pagano solo una multa di 500 euro e ricominciano a lavorare.

Il terzo mito: “Le attrezzature e i materiali odontotecnici non sono moderni.

Si dice ai pazienti che all’estero le cure dentali sono a basso prezzo perché le attrezzature non sono moderne e i materiali non sono di alta qualità.

Il turismo dentale nei paesi meno sviluppati, infatti permette ai pazienti italiani di curarsi i denti nei migliori studi dentali dove le attrezzature spesso sono anche migliori rispetto ad alcuni studi odontoiatrici italiani.

Molte cliniche all’estero sono in condizioni eccellenti e non ci sono problemi con la pulizia, con la disinfezione, la sterilizzazione degli strumenti ecc. (veda una clinica odontoiatrica in Moldavia).

I dentisti non si preparano da soli i materiali per le cure dentali. Gli impianti dentali, la ceramica per la produzione delle corone dentali e altri materiali sono forniti dagli stessi produttori sia ai dentisti italiani che ai dentisti stranieri. Sappia  perché ci sono differenze tra i prezzi per i servizi odontoiatrici

Il quarto mito: “Il prezzo cambierà.”

Si afferma che i dentisti stranieri scrivono sui siti un determinato prezzo per le cure dentali, ma quando il paziente si trova già sul posto questo aumenta. Si, anche nella nostra clinica la somma finale del trattamento potrebbe cambiare, ma solo nel caso in cui il medico prima del suo arrivo non ha avuto tutto il necessario per farle il preventivo  più dettagliato (per esempio l’assenza della radiografia o la scarsa qualità di questa, o se non ha comunicato al dentista tutti i suoi problemi con i denti, o forse ha chiesto il prezzo per le corone in metallo-ceramica ma quando è arrivato in clinica si è deciso di farle in zirconio).

Conclusione e consigli:

1. L’obiettivo di questo articolo è di offrire delle informazioni attendibili. La verità è che sia in Italia che in Moldavia ci sono dentisti professionisti tuttavia ovunque si possono incontrare dei dentisti poco onesti che utilizzano materiali di scarsa qualità e cliniche poco attrezzate.

2. Anche se ci sono delle esperienze negative di turismo dentale, spesso succede che queste informazioni vengano troppo generalizzate ed esagerate. Quindi, noi vogliamo motivare i pazienti a fare da soli una ricerca sul tema del turismo dentale, a contattare i pazienti che sono stati già all’estero per le cure dentali, a verificare le statistiche ufficiali e non per ultimo a scegliere con cura il loro dentista o la clinica dove curarsi senza farsi influenzare dal Paese in cui si trova o dalle affermazioni che circolano.